Inizio pagina Salta ai contenuti

Città di Asolo Provincia di Treviso - Regione del Veneto

Piazza G. D'Annunzio 1 - 31011 - Tel. +39 0423 5245 - PEC: comune.asolo.tv@pecveneto.it


Contenuto

Comunicato

Comunicato

Comune:

Asolo

Data:

03/11/2014 00:00

Oggetto:

Cambio di gestione per l’ufficio di informazione e accoglienza turistica di Asolo: a partire dal 2015 lo IAT sarà finanziato dall’IPA Pedemontana del Grappa e Asolano e dal Comune di Asolo. Una novità intervenuta in seguito alla riorganizzazione del settore turistico introdotta dalla legge regionale 11 del 2013. Gli uffici IAT non verranno più finanziati direttamente dalla Regione, ma dovranno essere sostenuti dai Comuni, anche in collaborazione con soggetti privati.

Descrizione:

Di fronte a questo scenario, tutti i Comuni dell’IPA e Asolo in particolare, con l’appoggio dei soci privati aderenti all’Intesa, hanno deciso di attivarsi per consentire il mantenimento e il progressivo potenziamento di un servizio altrimenti destinato alla chiusura e considerato prezioso per l’intero territorio. L’area Pedemontana del Grappa e Asolano richiama circa 126mila presenze turistiche all’anno, con una maggioranza di turisti provenienti da Germania, Austria, USA e Francia. Nel 2013 gli accessi registrati all’ufficio turistico sono stati oltre 10mila.

«Il turismo – spiega Mauro Migliorini, sindaco di Asolo e presidente del Tavolo di Concertazione dell’Intesa Programmatica d’Area – è una delle tre leve di sviluppo in cui l’IPA ha deciso di investire. Una scelta già tradotta in azioni concrete, che vanno dall’accordo interprovinciale per la gestione unitaria del Massiccio del Grappa al Masterplan della mobilità lenta, articolato progetto che si propone di fare del territorio un luogo “vocato” al cicloturismo. La chiusura dello IAT avrebbe rappresentato un grave danno, privando i visitatori di ogni riferimento informativo per tutta l'area Pedemontana e per l'Asolano. Grazie al lavoro di squadra con gli altri Comuni,
siamo riusciti a scongiurare questo scenario».


Dal 2015 l’ufficio turistico rimarrà aperto nell'attuale sede di proprietà del Comune di Asolo, grazie allo sforzo economico congiunto dell’IPA e del Comune, che finanzieranno lo IAT con un contributo annuo di circa 10mila euro ciascuno, prevedendo anche un’entrata derivante dalla vendita di prodotti e servizi, possibilità data dalla nuova legge regionale, accolta per potenziare il collegamento fra il tessuto culturale, artistico ed economico del territorio e per cofinanziare i costi di gestione, che ammontano a 22mila euro l’anno. Si è scelto invece di non ricorrere nell’immediato all’applicazione della tassa di soggiorno, ma di valutare con le Amministrazioni e con gli operatori privati la sua possibile attivazione nel territorio quale tassa di scopo finalizzata allo sviluppo turistico.
Limitatamente al primo anno, i costi potranno essere sostenuti anche da un contributo regionale attraverso la partecipazione al bando ad hoc pubblicato da Palazzo Balbi a cui Asolo partecipa. L’ufficio turistico di territorio sarà in rete con tutti gli IAT della Provincia di Treviso, a seguito di un accordo stipulato con l’ente e destinato proprio al coordinamento delle attività di informazione e accoglienza turistica non più attribuite in via esclusiva alla Provincia.

Allegati Comunicati Stampa
Piazza G. D'Annunzio, 1 - 31011 Asolo (TV)
Partita I.v.a. 00813400264 - Codice fiscale 83001570262 - IBAN IT77K0622512186100000046985
protocollo@comune.asolo.tv.it - PEC: comune.asolo.tv@pecveneto.it